Al centro del problema che affligge la catena di approvvigionamento e l’indotto delle industrie agroalimentare, delle bevande, sanitario, farmaceutico, della moda e delle risorse naturali, vi sono scandali aziendali dovuti a contraffazione dei processi, contaminazione delle materie prime , inquinamento ambientale e sfruttamento della manodopera a basso costo. 

Tali eventi, oltre a minacciare la sicurezza pubblica, influenzano le percezioni, le richieste e i comportamenti dei consumatori in tutto il mondo. Risolvere le criticità e lacune delle attuali catene di approvvigionamento è pertanto una delle priorità degli operatori. 

Le aziende più grandi, insieme ad enti di certificazione globali, stanno sviluppando sofisticate tecnologie digitali, basate sulla Blockchain, al fine di creare monitoraggio e tracciabilità costante e a prova d’errore. A causa dell’elevato costo di sviluppo di tali tecnologie, questo tipo di certificazione è però attualmente disponibile solo ai principali operatori, ma grazie all’intervento di entità come Interlocale, che stanno investendo risorse in innovazione e comunicazione, entro pochi anni è previsto che anche aziende di piccole dimensioni e PMI, potranno accedere di tali tecnologie. 

La competitività aziendale, passa oggi più che mai attraverso la capacità di interazione e comunicazione. Benché la tecnologia Blockchain possa sembrare ancora lontana da una diffusione tra le aziende, vi sono evidenti progressi e casi di attuale utilizzo. Alle aziende italiane sembra quindi essere stata concessa la possibilità di colmare il divario digitale e comunicativo, investendo in promozione video e comunicazione online, elementi chiave della comunicazione moderna.

CentroInternazionale©2019