29 marzo 2019. L’ultimo tentativo di Theresa May di ottenere il suo accordo Brexit attraverso il Parlamento è fallito, lasciando il Regno Unito con la scelta di uscire dall’Unione Europea in due settimane o essere intrappolato per molti altri mesi nella Comunità che sta cercando di lasciare dal 2016.

Dopo l’ennesima votazione, la Camera dei Lord inglese rigetta infatti il Brexit Deal, vale a dire la proposta di accordo tra il governo britannico e l’UE sulle modalità di uscita dall’Unione Europa, avallato, questa volta, dall’offerta/promessa della May di abbandonare il suo incarico in caso di esito positivo della votazione. A nulla sono valsi gli sforzi della Premier inglese.

Nonostante subito dopo la votazione del Parlamento la Sterlina sia ulteriormente scesa fino a stabilizzarsi a $1,29 o €0,86,  i mercati finanziari sembrano aver sostanzialmente ignorato la notizia.

In mancanza di un accordo, allo stato attuale, Brexit non è avvenuta.

©CentroInternazionale2019